Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
30 Novembre 2010 - 17:36

Omaggio a Leslie Nielsen

 Print Mail
Una pallottola spuntata
Omaggio a Leslie Nielsen
Per commemorare la lunghissima carriera di Leslie Nielsen (morto ieri all'età di 84 anni) non possiamo non scegliere Una pallottola spuntata, film del 1988 che, forse, più di tutti gli altri segnò la svolta della sua carriera verso il personaggio "demenziale" che conosciamo.

 E' il 1982 quando il trio Jim Abrahams, Jerry & David Zucker  (quelli dell'Aereo più pazzo del mondo) creano la serie televisiva The Naked Gun, una sorta di parodia dei film dell'Ispettore Callaghan con protagonista lo scalcinato detective Frank Drebin. La serie non ha molto successo e dura solo 6 episodi. Il trio però aumenta di fama e popolarità (L'Aereo più pazzo del mondo, Top secret!, Per favore ammazzatemi mia moglie) e 6 anni dopo l'agente Drebin viene richiamato in servizio.

1988 Beirut in una riunione segretissima sono riuniti Yasser Arafat, l'Ayatollah Khomeyni, Michail Gorbacev, il colonnello Gheddafi e Idi Amin Dada, stanno progettando un grosso attentato terroristico all'interno degli Stati Uniti. Fortunatamente il cameriere che serve il te altri non è che Frank Drebin in missione segreta, che, dopo aver messo fuori combattimento i cinque, li ammonisce: guai a loro se si faranno vedere nel suo territorio.

Comincia come un'avventura di James Bond la prima puntata (saranno 3 in totale) della nuova versione di The Naked Gun. Tornato a Los Angeles Frank non dovrà più preoccuparsi dei pericoli esterni ma di quelli  interni visto che esiste un piano per ammazzare la Regina Elisabetta in visita a Los Angeles.

Gag demenziali, prese in giro di film famosi sia polizieschi (Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo, La fiamma del peccato) che non, come Arancia Meccanica o Platoon (Leslie Nielsen e Priscilla Presley escono dal cinema ridendo dopo la visione del film) e doppi sensi a tutto spiano ("Che bella topa" riferendosi al castoro impagliato ancora fuori dall'inquadratura. Risposta "Grazie me l'hanno appena riempita").

Anche il product placement è divertente, demenziale e, per questo, efficace. 

American Express è la carta di credito preferita per aprire le porte, al banchetto con la Pepsi-Cola si scherza macchiando il barista, l'inseguimento con il cattivo avviene fra una Ford Taurus e una Chrysler, dove vince la seconda pur essendo guidata da un allieva della scuola guida, e la Regina Elisabetta, allo stadio, è alle prese con la Hola, gli hot dog e la birra Lite.

Fra le tante altre resta inimitabile la battuta   

"E' la solita vecchia storia: un ragazzo trova una ragazza, il ragazzo perde la ragazza, la ragazza trova un ragazzo. Il ragazzo dimentica la ragazza, il ragazzo ricorda la ragazza, finchè lei muore in un incidente sul dirigibile che passa sull'Orange Ball il giorno di Capodanno"
"Goodyear?"
"No, fu un anno terribile"

Strana a questo punto la marca inventata di preservativi Titan, i Trojan, considerando le loro campagne pubblicitarie ci sarebbero stati benissimo. 

JMN

Riferimenti Dy's Group

Dy's World
Dy's Pro
Documentazione

 www.dysnews.eu