Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
30 Agosto 2010 - 15:07

Estate Zombie

 Print Mail
28 weeks later...
Estate Zombie
Azzerate tutto: l'epidemia è appena cominciata. In una casa della campagna inglese un gruppo di persone si è barricata modello "notte dei morti viventi" nella speranza di sopravvivere agli attacchi degli infetti. Le provviste sono alla fine. Ormai non rimangono che poche scatole di ceci e una scatola di pomodoro Asda. La situazione sembrerebbe quasi tranquilla ma improvvisamente gli infetti assaltano la casa uccidendo tutti. Solo un uomo riesce a fuggire abbandonando moglie e amici. Metà di quello che avviene lo sappiamo già, il resto lo completa la timeline sui titoli di testa: 15 giorni dopo il territorio inglese viene dichiarato infetto, 28 giorni dopo il territorio inglese è dominato dagli infetti, 5 settimane dopo gli infetti muoiono di fame, 14 settimane dopo forze Nato guidate dagli americani prendono il possesso di Londra, 24 settimane dopo l'isola è dichiarata pulita e 28 dopo i primi civili tornano in patria per la ricostruzione sempre sotto il controllo delle forze armate. Qui comincia il disastro, con il rimpatrio dei due giovani figli dello scampato che rientrano in quanto il padre è, nel frattempo, diventato un pezzo grosso della ricostruzione. I due non convinti che la madre sia morta evadono dalla zona di sicurezza per andare a cercarla con l'aiuto di uno scooter per la consegna della pizza CasaBella e, la cosa strana, è che la trovano, unica sopravvissuta in un città di fantasmi (o meglio living dead morti). La donna insieme ai figli viene prelevata dai marines per essere studiata in quanto immune. Il guaio che è una portatrice sana e, nella zona free, in poco tempo, si scatena l'Inferno. Da quel momento gli zombi cominciano ad aumentare dando ai marines quell'azione che poco prima agognavano. 28 settimane dopo è un perfetto sequel di 28 giorni dopo che riesce a mantenere tutte le aspettative. Epidemia, città deserte (anche se il primo era ineguagliabile), zombi e massacri vari. Nel campo del product placement troviamo persino le stufe Aga. Quando i nostri eroi tornano a Londra, le prime cose che vedono sono British Airways e Coca-Cola. Attendiamo con ansia il 28 mesi previsto per il 2011.
JMN

Riferimenti Dy's Group

Dy's Chronicles
Dy's World
Dy's Pro
Documentazione

www.dysnews.eu

Share |