Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
10 Marzo 2021 - 21:39

UN UOMO, DUE DONNE E UNION 76

 Print Mail
Una sull'altra (Lucio Fulci. I, 1969)
UN UOMO, DUE DONNE E UNION 76

La mini personale su Lucio Fulci al festival noir ci permette di recensire alcuni dei film del regista che, nonostante amiamo (qui trovate al momento solo Zombi 2, e i tre musicarelli con Adriano Celentano: Uno strano tipo, I ragazzi del Juke box e Metti una sera... Celentano, Mina), non abbiamo ancora analizzato abbastanza

Il primo film della rassegna è quello che lo farà passare alla grande dai film di Franco e Ciccio (più un Lando Buzzanca) al genere che lo farà conoscere a livello internazionale: il thriller e l'horror italiano.

Siamo nel 1969 e Lucio Fulci ha appena sceneggiato (o sceneggiarà subito dopo) con Freda, Migliorini e Mussetto Doppia faccia, film che per storia, situazioni psichedeliche, professioni dei protagonisti e feste a base di alcol, sesso e droga, ricorda non poco questo film, così come entrambi ricordano, ovviamente La donna che visse due volte con la differenza che mentre il film di Riccardo Freda è ambientato a Londra, questo, come l'originale di Hitchcock è ambientato a San Francisco.

Qui vive e lavora George Dummurrier un giovane ed ambizioso medico che insieme al fratello possiede una clinica di lusso che però è sull'orlo del fallimento.

George ha una moglie malata d'asma e un'amate Jane che fa la fotografa (interessante per inserire anche un po' di buoni nudi che in quegli anni cominciavano a comparire).

Un giorno la moglie muore lasciando a George il premio dell'assicurazione della polizza che aveva stipulato sulla vita, cosa che gli permetterà di salvare la clinica.

Una sera, però, mentre è a cena con Jane, riceve una misteriosa telefonata che gli suggerisce di visitare uno strip club dove i due conoscono Monica Weston, una stripper identica alla moglie Susan.

Comincià così, come in tutte le varie versioni del doppio una ricerca da parte del protagonista delle prove per capire se e come le due donne possano essere la stessa persona e ma man mano che le sue indagini continuano si troverà sempre più incastrato in un gioco che lo porterà fino alla camera a gas con l'accusa di aver ucciso la moglie.

Lasciamo a chi non ha visto il piacere di scoprire il finale di questo bel film che diede una svolta alla carriera di Fulci, anche grazie alla censura a cui fu sottoposto e agli incassi inaspettati.

Poco stranamente il product placement fatto quasi esclusivamente di bottiglie di alcolici ma importante quello lasciato a Union 76, il cui benzinaio aiuta il protagonista a rifare una famosa scena di Un uomo, una donna dando indicazioni stradali per poter superare un treno.  

GERARDO CORTI

Una sull altra

Regia: Lucio Fulci
Data di uscita: 01/01/1969
Location: San Francisco
Brand:
Union 76

Attenzione: l'accesso ai link riservato agli abbonati Dy's World


www.dysnews.eu

Share |