Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
27 Maggio 2024 - 23:16

E IL REGISTA COMMOSSO RINGRAZIA

 Print Mail
Confetti (Naoya Fujita, Giappone, 2024)
E IL REGISTA COMMOSSO RINGRAZIA

Il film giapponese Confetti di Naoya Fujita è un film sul passaggio dall'adolescenza all'età adulta con una particolarità fondamentale, il protagonista è il figlio di un capocomico di una compagnia di teatro popolare (da non confondere con il teatro Kabuki) e quindi deve seguire le tournée della compagnia e non riesce a restare nello stesso posto e nella stessa scuola per più di un mese.

Anch'esso attore della compagnia in cui interpreta la parte femminile, incontra un altro studente particolare, studente modello ma che vuole tenersi in disparte rispetto ai coetanei che disprezza. L'unica cosa che lo appassiona sono le Idol, i gruppi pop di ragazzine. I due si nasano, si comprendono (entrambi hanno problemi con le madri assenti) e diventano amici.

Fujita racconta il mondo dei teatranti che sempre più si deve confrontare con le nuove forme di spettacolo, ci mostra le difficoltà di comunicazioni giovanili, le difficoltà di comprensione con i genitori, le ambiguità sessuali, il tutto con una grazia rara. Il momento più emozionante comunque avviene dopo il film quando Fujita, commosso dagli applausi numerosi, scoppia in un pianto liberatorio.

STEFANO BARBACINI

 www.dysnews.eu