Facebook Twitter Canale Youtube RSS
TELEVISIONE
20 Novembre 2012 - 16:01

The Walking Dead 3

 Print Mail
Ep.5 e 6 - anche il PP č morente?
The Walking Dead 3

Gli ultimi due episodi di TWD andati in onda su FOX Italia sono stati incredibilmente avari di PP, non ne abbiamo infatti riscontrato alcuno. Nonostante alcune buone possibilità di inserimento, sia nella cittadina di Woodbury amministrata dal Governatore, che nel gruppo di sopravvissuti guidato da Rick, che ha ricominciato a battere le cittadine circostanti saccheggiando negozi e supermercati abbandonati, è da due settimane che il serial non ci offre più spunti in tema di inserimenti di marchi. Ahi ahi.

Per il resto invece la serie procede molto bene, su binari di narrazione paralleli che si iniziano finalmente ad intersecare, tra le vicende di Michonne ed Andrea e la cricca di predoni ed assassini ripuliti guidata dal Governatore che regna su Woodbury, e le recenti tragedie accadute ai rifugiati nel carcere abbandonato guidati da un ormai fuori di se Rick che dopo la perdita della moglie parrebbe avere perso anche il senno.
Molto interessante quest'evoluzione del personaggio dell'ex sceriffo Rick che, traumatizzato dalla morte di Lori, si fionda ululante ed armato di accetta all'interno del carcere spaccando la testa a tutti gli zombie che incontra perdendosi tra i meandri dei corridoi. Ritrovato in uno stato pietoso si rifiuta inizialmente di riunirsi col resto del gruppo, e solo poi vi fa ritorno apparentemente più calmo, per vedere la sua secondogenita partorita dalla moglie in punto di morte. Peccato solo che di li a poco inizi a "sentire le voci", nel suo caso al telefono, nel più classico senso del termine, fino a rendersi conto lui stesso che la pazzia è giusto dietro l'angolo. E nel frattempo il corpo di Lori è scomparso, divorata dagli zombie, o rianimata?
Parallelamente abbiamo il Governatore. Abbiamo imparato subito che dietro al suo aspetto tranquillo si cela uno spietato sciacallo omicida, manco tanto a posto dato che ama collezionare a mo di trofeo nel suo appartamento teste di zombi e persone morte, ma quando ci viene mostrato teneramente alle prese con la sua -deceduta- figlia ormai zombizzata che lui mantiene (e immaginiamo cosa gli dia da mangiare) nascosta in uno stanzino, scala la classifica della follia e si piazza immediatamente in pole position.
Ha inoltre la bella pensate di allestire, per il "divertimento" dei cittadini di Woodsbury dei giochi gladiatori con protagonisti i suoi sgherri e dei living dead prelevati all'uopo, proprio come visto in La terra dei morti viventi di George Romero (in quel film il rammarico è che nella medesima situazione non si siano divorati Asia Argento).
E mentre Andrea pare apprezzare la vita nell'apparentemente idilliaco borgo in mezzo all'inferno in terra, la più sveglia Michonne se la fila appena possibile, inseguita dagli uomini del Governatore capeggiati da quell'altro fiorellino di campo di "capitan uncino" Merle, ritornato anche lui protagonista in pompa magna di questa terza stagione della serie dopo la sua totale assenza nella seconda e deludente prededente stagione.
E Michonne fa, letteralmente, a pezzi gli inseguitori con la sua katana, tant'è che Merle sebbene l'abbia ferita rinunci ad inseguirla e racconti, mentendo, al Governatore di averla eliminata.
Qui però la strada di Merle si incrocia con quella di Glenn e Maggie, che erano in missione per recuperare latte in polvere per la neonata del gruppo, e vengono fatti prigionieri dallo psicopatico monco, mentre Michonne nascosta assiste a tutta la scena.
Ed è proprio Michonne ferita che, viaggiando incolume tra i living dead con lo stratagemma tragicomico dell'essere ricoperta di interiora di morti viventi che ne simulano l'odore, arriva al termine dell'episodio alle porte del carcere e viene notata da Rick, unendo così (assieme al rapimento di Glenn e Maggie) di fatto le due storyline di questa terza stagione che è assai probabile porteranno ad un escalation con relativo scontro finale a Woodsbury in stile Sfida all'O.K. Corral.
Ah, e Carol che era creduta morta, viene ritrovata sperduta e stremata nel carcere da Daryl; speriamo solo che non sia l'inizio di una love story che ci riporti nel territorio pseudo soap-opera che ha caratterizzato la deludente seconda stagione di TWD.
Che dire, a parte il crollo improvviso di PP (ma speriamo che faccia, prima o poi, la sua comparsa la Hyundai Elantra Zombie Survival), il serial viaggia ben oltre le più rosee aspettative per il momento; bentornati a zombieland!
Marco Premi

The Walking dead

Produzione: Circle of Confusion
Data di uscita: 20/11/2012

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |