Facebook Twitter Canale Youtube RSS
TELEVISIONE
6 Maggio 2011 - 11:58

Glee 2

 Print Mail
Episodi 18 e 19
Glee 2 Come ti ammazzo lentamente una serie di successo facendo melina fino all'inverosimile. Questo più o meno è quanto sta succedendo nella seconda serie del telefilm americano, erede del ben più glorioso Saranno Famosi di ottantiana memoria presso le nuove generazioni. E per quanto artificiosa e sforzata potesse risultare la serie TV di Saranno Famosi (anche'essa tirata all'inverosimile per anni nella scrittura e con capriole e salti mortali dei protagonisti), Glee già alla fine della seconda stagione ci sta annoiando decisamente; "merito" di una scrittura banale e che campa di clichè buonisti e luoghi comuni adolescenziali, e quando vuol essere alternativa ed aggressiva non riesce a sfornare niente di meglio di qualche trita, appena accennata ed edulcoratissima relazioncina gay tra i protagonisti, ovviamente senza esagerare. E dire che avevamo accolto con interesse il ritorno del musicarello nella sua versione per il nuovo millennio, ma Glee già alla seconda stagione sta diventando un fenomeno autoreferenziale che tende a dilatarsi all'eccesso perdendo la sua freschezza ed ingenuità iniziale e cadendo vittima di baratri di noia nemmeno più alleviati dalle esecuzioni canterine del cast. Peraltro ormai da qualche tempo sterzate violentemente sul più becero pop commerciale per adolescenti, intervallato da citazioni di qualche oscura piece di Broadway. In sintesi: che palle! E non siamo ancora arrivati ai campionati nazionali, che già eran stati conquistati diverse puntate addietro. Puntate-fuffa queste, che han l'unico scopo di fare da riempitivo ed allungare la brodaglia in attesa del vero finale di stagione che già si preannuncia scontatissimo. Pochi, pochissimi ormai anche gli inserimenti e le marche riscontrabili nel serial, che è ora concentrato sullo spingere i prodotti col proprio brand: merchandise, CD compilations, singoli su iTunes, videogames a tema karaoke, tournèe teatrali per il cast dei protagonisti e prossimamente pure uno spettacolo a Broadway. La gallina dalla uova d'oro ha spiccato il volo insomma. Oltre alle citazioni di Lady Gaga (omaggiata col pezzo Born This Way), nei due episodi esaminati possiamo soltanto segnalare un naming placement per MAC (linea di trucchi e cosmetici) presente all'interno di una canzone, e le scarpe Nike indossate da Finn. Nike che nel bene o nel male piazza sempre a margine ed in maniera discreta qualche suo prodotto, sia esso abbigliamento sportivo o calzature. E per chiudere i pianoforti Baldwin (Baldwin Piano Company, sussidiaria di Gibson Guitar Corporation) già in passato esibiti in aula musica, ed ora omaggiato di un bel primo piano sul logo presente sullo strumento durante un'esecuzione di accompagnamento ai ragazzi del Glee Club. Marco Premi

Distribuzione: 20th Century Fox
Data di uscita: 01/01/2009

Attenzione: l'accesso ai link è riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |