Facebook Twitter Canale Youtube RSS
DYSWORLD_NEWS
7 Luglio 2010 - 02:00

70

 Print Mail
Tartarughe sul dorso
70

Lui, Lei, Trieste. Un ragazzo e una ragazza problematici che non riescono ad uscire dalla propria condizione da soli (come le tartarughe sul dorso, appunto), si sfiorano nel corso degli anni, ricercandosi ma non riuscendo mai a trovarsi. Intanto intorno a loro succedono vari eventi esterni, ma loro continuano nella loro condizione di “prigionieri, finchè il destino non li porterà a farli finalmente incontrare, purtroppo ancora una volta prigionieri. Film poetico di Stefano Pasetto, piacevole e ben recitato. Un film con pochi e incisivi dialoghi e con personaggi quasi senza passato (e futuro). Nessuno dei protagonisti, a parte Linda (la prostituta, forse l’unica che sa quello che vuole), ha un nome. Anche Trieste, che sembra triste, osserva queste due tartarughe muoversi al suo interno senza arrivare a una soluzione. Un piccolo gioiellino sicuramente da rivalutare. Come diciamo nelle sezione collegamenti altri film quasi un "L'annee dernier a Trieste", con le ricerche negli anni dei due protagonisti. Ma stiamo sparando grosso. Buoni anche (almeno 3 sulle 24 marche presenti) product placement. Fra questi 10 merita Scrabble. Lo scarabeo è importantissimo nella vita di Lei e comparirà dall’inizio alla fine. Le parole sono quelle che aiutano (o separano) tutti i rapporti e lei utilizza scarabeo per sorreggersi, così come faceva la zia con le parole crociate che non riusciva a finire se non con l’aiuto del vicino di casa. Inoltre le parole del gioco servono per dare le parole chiave ai vari (inesistenti) capitoli. Assolutamente max dei voti (in relazione al resto del film). i tasselli formano anche il manifesto e il menù del DVD. Per tutto il resto, ovviamente, Dy's World   69-58 Romanzo criminale (la serie)

JMN

Tartarughe sul dorso

Regia: Stefano Pasetto
Produzione: Sintra Film
Distribuzione: Istituto Luce
Data di uscita: 06/05/2005
Location: Trieste

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


Approfondimenti

www.dysworld.com



©www.dysnews.eu

Share |