Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
28 Ottobre 2011 - 14:20

RNFF 2011

 Print Mail
Crawl
RNFF 2011

CRAWL (2011) - Paul China

Paesino sperduto nel Queensland australiano. Un locale gestito dal cocainomane, ubriacone e sadico (amante dello spanking) Slim. Una rivalità con il gestore dell'officina del luogo. Un killer croato silenzioso e molto "lonely cowboy" assoldato per dirimere la questione. La bionda e carina commessa del locale in attesa della proposta di matrimonio dal suo ragazzo. Un incidente le cambia i piani, lo scontro a colpi d'accetta tra la ragazza e il killer in fuga. Fine.

La storia di "Crawl" dell'esordiente (origini inglesi, emigrato nel Down Under) Paul China potrebbe essere contenuta in un corto da venti minuti. Il resto è pausa, dettagli delle espressioni dei personaggi, dialoghi brevi e sarcastici. L'aria è impregnata di fratelli Coen ma portati addirittura ancor più all'eccesso, esagerando un po' si rischia di incontrare Tarkovski e Sokurov.

La formula è sempre accattivante, anime perdute in mezzo al nulla nascondono vizi e invidie nello scorrere pesante del tempo. La formula però sa anche di già visto e alla lunga un poco stanca. Il titolo "Crawl" indica due momenti clou della pellicola, il primo quando una commessa sottomessa striscia verso il capo per ricevere una dose di... sculacciate, il secondo quando la giovane protagonista striscia sanguinante per cercare di salvarsi dal killer.

Product Placement: la RED BULL sostituisce la solita Coca cola sul fianco del frigorifero delle bibite dietro il bancone. Star del film il bourbon BLACK CROW, compagno inseparabile del rozzo e vizioso Slim. Citazione divertita per la JAGUAR del killer spesso citata per il suo "color cioccolata"

Stefano Barbacini

Crawl

Regia: Paul China
Data di uscita: 01/11/2011

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |