Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
25 Novembre 2012 - 01:53

TFF 30

 Print Mail
COMPLIANCE – Craig Zobel (USA 2012)
TFF 30

Provincia Americana, uno dei tanti fastfood da colesterolo altissimo, patatine fritte e hamburger con pancetta.

Seguiamo vicende e idiosincrasie dello staff, della direttrice Sandra e degli altri dipendenti costretti a sopportare un lavoro che non amano ma indispensabile alla propria sopravvivenza.

Nel bel mezzo di una trafficata giornata arriva una telefonata di un fantomatico agente Daniels che avvisa la manager delle accuse mosse da una cliente alla dipendente Becky colpevole di averle sottratto del denaro.

La voce autoritaria convince sotto minacce prima Sandra poi anche Becky a collaborare per non finire in galera. Collaborare significa costringere la povera commessa a spogliarsi e lasciarsi perquisire per trovare il denaro. Rinchiusa nel retro del locale nuda la povera accusata subirà violenze psicologiche e poi fisiche (costretta sempre dall’agente al telefono in un crescendo incredibile ad avere rapporti sessuali con il fidanzato della manager coinvolto nella pseudo indagine).

Diciamo subito che la trama non sta in piedi che per una decina di minuti poi è talmente assurda che se pari pari fosse stata studiata per un film porno se ne sarebbe riso per la demenzialità (ad un certo punto la “voce” che nessuno si premura di verificare richiederà al “guardiano” di Becky di perquisirla più “a fondo” chiedendo se ha la vulva rasata! e nessuno si domanda se ha senso una domanda del genere da parte di un agente che in seguito chiede all’uomo anche di sculacciarla e poi a Becky di avere con lui un rapporto orale…).

Invece la cosa pare serissima e presa da un fatto vero verificatosi più di 70 volte negli Stati Uniti. A questo punto o ci stanno prendendo in giro o l’ignoranza e l’ingenuità dell’americano di provincia è ancora peggio di quanto ci si aspetti (e ciò spiegherebbe fanatismi religiosi e sette varie…).

Il regista di questo Compliance presentato al Torino Film Festival 2012 dichiara di aver studiato Hitchcock per ottenere un crescendo della tensione e noi gli diciamo di tornare a studiare perché gli deve essere sfuggito qualcosa…

Il fastfood ha il nome fittizio di CHICKWICH ma nel finale quando si riportano altri casi simili avvenuti in America si cita WENDY’S, franchising reale. Prosegue il product placement con una SUBARU 2000 posseduta da Sandra e in cui verranno custoditi i vestiti di Becky, citazioni di PHOTOSHOP, DIETCOKE, VISA, MASTERCARD…

Stefano Barbacini

Compliance

Regia: Craig Zobel
Data di uscita: 26/09/2012
Brand:
VISA

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |