Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
20 Settembre 2011 - 19:05

Super 8

 Print Mail
Product placement della strumentazione
Super 8

1979 Ohio il Detective Hathaway sta investigando su strane morti e così arriva alla "Romero Chemical" azienda con un nome meno rassicurante della Umbrella Corporation, ed infatti da li comincerà la sua lotta contro i morti viventi.

Quello che è veramente innovativo e diverte è infatti il film sui living dead che i protagonisti hanno girato in super8 e che vediamo sui titoli di coda. Questo marchingegno infernale, il bisnonno del Blu-ray, sembra essere infatti la vera star e il vero product placement (per una volta realmente product) del film. Inutile negare che la vecchia pellicola stia tornando prepotentemente di moda (un po' come il vinile).

Vi abbiamo sempre tenuto informato, ad esempio sul Superotto Film Festival che si tiene ogni novembre a Milano organizzato da Milano Cinema che può vantare anche un ottimo mercatino (l'anno scorso fui veramente tentato di comprare tutta la collezione dei primi film Dario Argento) e che l'anno scorso presentò addirittura Il mentitore primo film di Felice Farina e Sergio Castellitto. Anche altre realtà si stanno muovendo nel campo della raccolta dei film, nella conservazione e diffusione attraverso i festival come Archivio aperto dell'associazione Home Movies o un analoga iniziativa della Lab80 che, fra gli altri organizza il Bergamo Film Meeting, e questo solo in Italia.

Ricordo una piacevole conversazione con il nostro Mario Tobeb un anno fa a Parco Sempione (mi spiace ma per lui e per altri nostri collaboratori segreti siamo costretti ad usare degli alias e a trovarci in ampi spazi ampi come Donald Sutherland e Kevin Costner in JFK) nella quale mi diceva di aver saputo del progetto di J.J. Abrams e Steven Spielberg e di essere convinto che avrebbe fatto sicuramente da apripista per iniziative ed emulatori.

Fatta questa premessa Super 8 narra di un gruppo di giovani amici che vuole girare un film sugli zombi. Si recano quindi alla stazione con l'idea di girarlo ma nel corso delle riprese assistono a qualcosa di incredibile: un treno blindato militare ed un furgoncino che gli va incontro a tutta velocità creando un incidente spettaco9lare ed il ribaltamento del treno.

Il super 8 intanto filma tutto e da questo momento in poi cominciano cose strane oggetti e cani spariscono, l'esercito blinda il paese e per i nostri ragazzi è l'ora di mettersi all'opera.

Il furbo Jeffrey Jacob Abrams (Fringe novello X-files, proprio per quello si salva, Clovervield un Kingkongzilla che si prende la rivincita su New York, anche lui, anche se non si lascia mai riprendere dalla telecamera di REC con il campo ampliato all'infinito, passi l'orso bianco di Lost (fosse solo quello n.d.r.) risolto poi nel calderone della sesta serie, ma quello che non passa proprio giù al povero spettatore indifeso è: "Ma alla fine a che cazzo serviva il marchingegno di Rambaldi?") e l'onnipotente (o quasi) Steven Spielberg ci confezionano questo blockbusterone di fantascienza che è un omaggio al cinema che fu ma non come al solito della fantascienza a quella degli anni '50 o '60 ma giustamente a quella degli anni '80 partendo appunto dai film di Spielberg.

E in Ohio è nato Spielberg che immaginiamo girare filmini con il super8 come il protagonista, motivo per cui il treno con l'alienone passa ovviamente da li visto che dista solo 2300 km circa dall'Area 51, posto nel quale teoricamente dovrebbero essere diretti. E dopo la sua personale le citazioni ai suoi film del tempo si sprecano. I ragazzi non sono nient'altro che quelli di Goonies alla ricerca dell'ET o dell'incontro ravvicinato se preferite. Ma ci sono moltissimi riferimenti anche ad altri film del periodo da Guerre Stellari ad Halloween la notte delle streghe ed ovviamente Ai confini della realtà.

Anche il product placement è datato. Si parte dal mitico Big Jim al Cubo di Rubik, dal Sony Walkman all'ovvia pellicola Kodak fino alla TAB che come ricorderete dal nostro speciale Dy's Chronilces veniva bevuta in ET.

Fra le farlocche la Romero Chemical dedicata a George Romero, la  Kelvin Gasolin dedicata al padre di Abram e la taverna  James Locke. Vi dicono niente due dei principali protagonisti di Lost?     

Max Renn II

Super 8

Regia: J.J Abrams
Produzione: Paramount
Data di uscita: 01/11/2019
Brand:
7-eleven

Attenzione: l'accesso ai link riservato agli abbonati Dy's World


www.dysnews.eu

Share |