Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
16 Luglio 2018 - 22:58

ESTATE HORROR

 Print Mail
I vampiri (Riccardo Freda, I, 1956)
ESTATE HORROR

Parigi. Un giornalista indaga su una serie di omicidi di giovani donne. 

Come per tutti i gialli che si rispettino, la polizia non lo vuole fra i piedi, lui ha capito qualcosa ma ogni volta che sta per arrivare ad una conclusione qualcosa va storto e il suo capo è stanco di fare brutte figure con i lettori rimandando di volta in volta la soluzione del caso.

Cade così in disgrazia, ed è costretto a seguire le feste di un'anziana duchessa e della bella nipote.

Qui si rende conto che la giovane altri non è che l'anziana duchessa che con l'aiuto di una serie di medici pazzi rapisce ed uccide le giovani donne per avere nuovo sangue e rimanere per sempre giovane.

Ispirato ovviamente alle vicende della contessa Elizabeth Bathory de Ecsed, il film di Riccardo Freda (e Mario Bava non accreditato) è considerato il primo horror italiano e il precursore del cineam gotico italiano che ebbe successo negli anni '60 e che vede fra i suoi più grandi registi proprio Freda e Bava. 

Ambientato in una Parigi disegnata su fondali il film, pur trattando un argomento tipicamente horror, mantiene ancora molte caratteristiche del giallo dell'epoca. Da questo momento Freda alternerà i vari generi tornando spesso sia al giallo (caccia al'uomo) che al gotico (L'orribile segreto del Dr. Hichcock) e, in alcuni casi, mixandoli in altri generi come la fantascienza (Caltiki il mostro infernale) o addirittura il peplum (Maciste va all'inferno)

Product placement tutto in tema fatto esclusivamente per far capire di essere in Francia con i giornali Le Parisien e France-Soir o le auto Citroen. 

GERARDO CORTI

Lust of the Vampire

Regia: Riccardo Freda
Produzione: Titanus
Data di uscita: 01/01/1956
Location: Parigi
Brand:
Citroen

Attenzione: l'accesso ai link riservato agli abbonati Dy's World


www.dysnews.eu

Share |