Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
12 Agosto 2013 - 21:42

SPECIALE NIFFF 2013

 Print Mail
HK: FORBIDDEN SUPERHERO (Yoichi Fukuda, Jap, 2013)
SPECIALE NIFFF 2013

Nella sezione  Ultra Movie del NIFFF – Neuchatel International Fantastic Film Festival è stato proposto HK: Forbidden superhero uno degli ultimi deliri giapponesi che volendo la Marvel potrebbe denunciare per plagio..

E proprio come la Marvel comincia il film con una la sigla della casa della distribuzione che ricalca quella della famosa casa della casa della Disney con immagini di manga scemi che si sovrappongono. Un giovane studente timido ed impacciato (vi ricorda qualcuno?) innamorato di una delle belle della scuola, fa di tutto per farsi notare, ma il giorno che finalmente lei lo nota capita anche qualcosa di inaspettato: un gruppo di rapinatori imbranati la tiene in ostaggio insieme ad altri dipendenti e clienti degli uffici di una banca. Convinto di essere il suo ragazzo e di doverla salvare mentre la polizia brancola nel buio: “hanno chiesto un elicottero: e dove lo facciamo atterrare un’elicottero?”, lui decide di intervenire ed entrato da un passaggio negli spogliatoi decide di camuffarsi ma l’unica maschera che trova solo un paio di slip da donna. Dopo essersele messe in testa queste cominciano ad entrare in simbiosi trasformandolo geneticamente, in una fantastica sequenza in cui tutta l’energia proveniente dalla vagina di una figura femminile entra in lui, per creare un megamacho in calze rete autoreggenti, una sorta di bikini strings e mutandine in faccia appunto.

Tentai Kamen or Masked Pervert entra così in azione e subito sconfigge i cattivi a colpi di fallo in faccia, colpisce il cuore della sua amata e come tutti i novelli supereroi è costretto a scappare dalla polizia.

Ma la sua missione continua, anche perché utilizza i prolungamenti dell’improvvisato G–string per saltare da un palazzo all’altro come Spiderman e fermare i vari cattivi e la sua fama anche perché come Spiderman, Batman e gli altri ha anche lui degli emulatori, in particolare un fans che vestito come lui gira per la città a fare sharking (lo sport di calare il top o le mutandine o entrambi a sorpresa per strada) a tutte le giovani giapponsine che trova.

Non vi diciamo il resto ma diciamo che se avete visto lo spiderman di Raimi lo potete immaginare.

Geniale nella prima parte come quando si presenta vestito da donna per comprare delle mutandine da donna, sotto lo sguardo indignato di commesse e clienti e scopre che i superpoteri gli arrivano solo da mutandine già usate, o quando si sveglia a scuola dopo un sogno erotico con un enorme protuberanza ed è chiamato per un’interrogazione, per poi cadere un po’ nel finale.

Poco il product placment anche se ci sarebbe stato benissimo quello di una marca di intimo.

A proposito alla fine del film si scopre che le mutandine che avevano provocato la trasformazione erano proprio quelle della sua bella.

Film trash o metafora sulle potenzialità dell’amore

JMN

HK: Hentai Kamen

Regia: Yuichi Fukuda
Produzione: Toei TV
Data di uscita: 12/08/2013

Attenzione: l'accesso ai link riservato agli abbonati Dy's World


www.dysnews.eu

Share |