Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
12 Maggio 2019 - 21:19

BERGAMO FILM MEETING (Evento spaziale - Jean-Pierre Leaud)

 Print Mail
La concentration (Philippe Darrel, F, 1968)
BERGAMO FILM MEETING (Evento spaziale - Jean-Pierre Leaud)

Fra i colpi messi a segno dal Bergamo Film Meeting, quest'anno c'è stato sicuramente la proiezione del film veramente introvabile (nemmeno IMDB e Wikipedia France sanno niente sulle sue date di uscita e sulla trama) di Jean-Pierre Leaud, la cui ultima proiezione sembra sia stata fatta alcuni anni fa a New York e poi basta.

Sembra che solo dopo una richiesta personale di Jean-Pierre Leaud, a cui il festival ha dedicato un'ottima retrospettiva, fatta allo stesso regista, gli spettatori hanno potuto assistere a questa unica proiezione.

La storia vede un uomo e una donna in biancheria intima (Leaud e Zouzou) rinchiusi in una stanza divisa in due sezioni. una più bassa e una rialzata con un letto. In questo ambiente claustrofobico diviso freddo/caldo, rosso/blu, fuoco/acqua, angoscia e tormento, i due sono terrorizzati da un'ipotetica guerra esterna e di volta in volta parlano, litigano, sono in preda a visioni, tentano di uccidersi.

Film prodotto dalla Zanzibar Films, la stessa che aveva prodotto in quegli anni tutti film legati ad altri artisti estremi come Jaquie Raynal, Frederick Pardo e lo stesso Garrel e che venivano definiti Zanzibar Bizarre, un genere nel quale la concentration entra di diritto.

Un film che per claustrofobia, follia, colori accecanti e paura della guerra all'esterno ricordava sia il blockbuster Cube che il capolavoro Tenemos la carne. I due avevano due finali opposti legati all'esterno, In questo caso chi può dirlo

Inutile dire nessun product placement  

Gerardo Corti

La concentration

Regia: Philippe Garrel
Data di uscita: 01/01/1968

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |