Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
10 Luglio 2022 - 21:34

SPECIALE TINTO BRASS

 Print Mail
Chi lavora perduto (in capo al mondo) (Tinto Brass, I, 1963)
SPECIALE TINTO BRASS

Bonifacio è un giovane disoccupato anarchico che vive a Venezia che dovrebbe lavorare ma in realtà non trova un suo sbocco, Si trova quindi ad affrontare vari personaggi: da preti a sindacalisti, modella alla Biennale d'arte e una donna con la quale incomincia una storia d'amore, ma come spesso succede nel primo Brass finisce anche in manicomio.

Ci sono già tutte le tematiche del regista: dalla spiaggia di Ostia al seminudo e alle ossessioni che caratterizzeranno tutti isuoi film a partire ovviamente dalle inquadrature dei culi.

Tantissime le citazioni cinematografiche da All'ultimo respiro di Jean-Luc Godard a Que viva Mexico di Sergej Eizenstein.

Fra il product placement Luisa Spagnoli come biancheria intima e orologi Movado

GERARDO CORTI

in capo al mondo

Regia: Tinto Brass
Data di uscita: 01/01/1963
Location: Venezia

Attenzione: l'accesso ai link riservato agli abbonati Dy's World


www.dysnews.eu

Share |