Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
8 Gennaio 2020 - 21:29

IL MONDO DEL PORNO DALLO SCHERMO AL COMPUTER... LG

 Print Mail
The last porno show (Kire Paputts, USA, 2019)
IL MONDO DEL PORNO DALLO SCHERMO AL COMPUTER... LG

Film decisamente "afterhours" quello presentato nella sezione omonima del Torino Film Festival 2019 con il titolo The last porno show di Kire Paputts. Un film che inizia con il primo piano di una penetrazione reale sullo schermo di un cinema per passare alla sala dove uno spettatore si masturba altrettanto realmente con membro eretto bene in vista, non può che considerarsi perlomeno anomalo in questi tempi di ipocrita censura del sesso al cinema mentre su internet qualsiasi ragazzino può facilmente accedere a Pornhub o altri siti del genere...

E di membri e sesso da film porno se ne vedranno molti altri durante questa opera che narra le gesta di Wayne, aspirante attore senza grandi qualità che si ritrova ad ereditare una sala cinematografica a luci rosse dal padre dopo la morte di quest'ultimo. Padre da cui si era separato da tempo proprio a causa dell'attività particolare del genitore che, oltre a gestore della "sordida" sala era anche attore nei film porno proiettati.

Dopo l'iniziale idea di sbarazzarsi dell'immobile (in cui però abitano anche altre persone che perderebbero in quel caso l'alloggio tra cui una vecchia amante del genitore...), Wayne si lascia prendere dai ricordi del periodo passato col padre da bambino e a riscoprirne la figura fino ad arrivare a voler diventare come lui, porno compreso. Senza considerare però che "i ricordi funzionano un po' così, vanno per conto loro...". Riapre la sala, asseconda i pervertiti solitari e ad aggravare le cose arriva la prima proposta di lavoro da parte di un regista che però gli richiede una scena di sesso reale in un film d'arte di cui dovrebbe essere il protagonista.

Così il sesso e la figura del padre diventano ossessione che coinvolge anche amici, vecchie conoscenze e e la giovane attrice ingaggiata per affiancarlo nel film. 

Un film fuori dagli schemi per sviluppo dell'argomentazione e per come racconta in modo così originale un rapporto padre-figlio non banale ma anche per rievocare un periodo "storico" con l'avvento del porno ormai conclusosi perchè "oggi non serve più uscire di casa per certe porcherie".

Refrain del film (frase che ha il potere di cambiare la vita di Wayne) è un "saggio" consiglio tramandato dal padre: "gli uomini si dividono in due categorie, quelli felici e quelli che fanno felici gli altri..." e le sale porno, secondo lui, avevano questa funzione...

Poco product placement in cui risalta un computer LG.

Stefano barbacini

The last porno show

Regia: Kire Paputts
Data di uscita: 23/11/2019

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |