Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
4 Settembre 2020 - 23:12

IL TEMPO INSTABILE DI NOLAN MISURATO DA HAMILTON

 Print Mail
Tenet (Christopher Nolan, USA, 2020)
IL TEMPO INSTABILE DI NOLAN MISURATO DA HAMILTON

Macchia: Cominciamo da questa frase che ho trovato su internet: Nolan è un Michael Bay a cui piace la settimana enigmistica…

Ballola: Vero 😊

Barbacini: Esatto! Soprattutto vale per questo Tenet! Io penso che non sia dei suoi migliori… è un Mission Impossible con la complicazione dello scarto temporale… Manca la genialità dell’incastro che c’era in Inception, Interstellar e Dunkirk

Macchia: Sì, ma Tenet si deve guardare come un semplice divertimento e così passa molto bene

Ballola: Io trovo che sia sempre impeccabile dal punto di vista visivo e straordinario su quello tecnico. Ma troppo confuso, Nolan fa film solo per lui mi sembra, ormai. E si sta prendendo per Kubrick. Per descrivere il suo film in modo rapido, userò la critica del Sunday Times del 1980 riguardo a “I cancelli del cielo” di Cimino: tutto troppo e non abbastanza

Macchia: Io non l’ho trovato così complicato però come si dice sui social e nelle recensioni che ho letto. E non l’ho trovato confuso.

Ballola: Certo Antonio, capisco. Ma non si può risolvere tutto dicendo “beh è così, se lo dice Nolan…”. Il cinema di Tarantino lo capisce anche un bambino di 10 anni. Perché devo correre a vedere Nolan per scervellarmi 2 ore e mezzo davanti ad un pezzo di ghiaccio? Tutto troppo… e non abbastanza! Ma Nolan resta un gran regista, su questo mi inchino

Barbacini: Sono abbastanza d’accordo con Massimo. Ma non sulla confusione, piuttosto il meccanismo è troppo grossolano. Se avete visto la serie Dark, questa di Nolan è roba poco studiata in confronto. Il film però è girato da dio e moderatamente divertente…

Ballola: Forse complicato va meglio di confuso. Ma quando mi metti dentro personaggi come la donna indiana che sa tutto, mah… Diciamo che è un bel film, impeccabile sotto il punto di vista tecnico, ti è piaciuto… ma non sai dire perché…

Corti: Facciamo anche una considerazione su Elizabeth Debicki che io avevo già notato in Widows e che sarebbe l’interprete ideale se riuscissi a fare un mio film… e pare che anche Nolan lo abbia fatto 😊.

Barbacini: una graziosa giraffa che si impone con la sua altezza e il suo fisico particolare. Tra l’altro faccio notare: lei così alta, imponente e risoluta, il protagonista di colore superattivo e deus ex machina, contro il cattivo bianco e imbolsito che vuole distruggere il mondo… il politically correct secondo Hollywood…

Corti: A Massimo (Ballola) dico che anche Lynch più che Nolan fa film solo per se stesso ma è comunque un genio. Guarda le sue previsioni del tempo giornaliere dalla cantina di casa sua. Geniale. Sono anche d’accordo con Stefano (Barbacini) sul fatto che Tenet non è bello come alcuni altri suoi film a cui aggiungerei la trilogia Dark Knight e Memento a quelli da te citati. Qui qualcosa non torna ma comunque l’ho trovato bello.

Ballola: Lynch l’ho perso di vista negli ultimi anni. Ma ho sempre amato il suo cinema, forse addirittura più di quello di Nolan. Anche se il suo capolavoro resta un film più “normale”, Elephant Man.

Corti: Di Tenet mi hanno deluso alcune cose che chi mi conosce sa che mi esaltano: il titolo all’inizio non è da Nolan, poi mi sarei aspettato il logo Warner che andava al contrario così come i titoli di coda invece non ha avuto questa intuizione…

Ballola: Il logo Warner al contrario non ci avevo pensato! Ottima suggestione Gerardo (Corti)! Ma la Warner detta legge anche su Nolan. Solo Kubrick li aveva in pugno…

Macchia: Secondo me però mettere il logo Warner al contrario era troppo presto ad inizio film…

Corti: Parlando di product placement grandissimo, geniale e interessantissima a livello globale (visto che Nolan ha fatto dei giochi col tempo il suo marchio di fabbrica) la presenza degli orologi Hamilton. Con la Hamilton ha un contratto dentro e fuori i film. Lo aveva con Inception per controllare il tempo. Lo avevano i militari di Dunkirk. Lo avevano rosso i normali e blu gli invertiti nella battaglia finale. E ci sono state comunque campagne pubblicitarie internet, stampa ecc. del film e orologio.

S. Barbacini, A. Macchia, G. Corti, M. Ballola

Tenet

Regia: Christopher Nolan
Produzione: Warner Bros
Data di uscita: 26/08/2020
Brand:
BMW
Audi

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |