Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
1 Dicembre 2022 - 00:53

TORINO FILM FESTIVAL 2022

 Print Mail
Project wolf hunting (Hongsun Kim, Cors, 2022)
TORINO FILM FESTIVAL 2022

Pericolosi criminali coreani devono essere trasportati dalle Filippine in patria utilizzando una nave cargo su guardati a vista da una squadra di poliziotti capitanata da un cazzutissimo detective. Sulla nave però assieme a loro si sono imbarcati anche alcuni meccanici che si rivelano in realtà degli uomini al comando dello psicopatico pluriomicida che viene liberato e condurrà il tentativo di rivolta e fuga dei criminali; costui è uno, per capirci, che strappa le orecchie con i denti e sgozza senza pietà. Comincia così il confronto tra i criminali liberati (tra cui vi è anche l’enigmatico galeotto soprannominato Codice Rosso anch’esso con fama di omicida ma molto più razionale e meno sanguinario dell’altro e con un passato che sarà una delle chiavi del film e verrà svelato nel finale) e i poliziotti. Sparatorie, teste fracassate, coltelli e martelli a sventrare, sgozzare, frantumare, un action violentissimo che immerge la nave in un fiume di sangue alimentato dalle fontane aperte nei corpi degli ammazzati.

Ma non finisce qui… infatti il sangue che scorre va a rianimare un esperimento biologico tenuto in stasi nella stiva della nave, un mostruoso Frankenstein-zombi, creato da scienziati giapponesi nella Seconda Guerra Mondiale, che nonostante dovrebbe avere 111 anni di età è in orribilmente splendida forma tanto da essere velocissimo, potentissimo e praticamente impossibile da uccidere. E il nostro non guarda tanto in faccia a poliziotti o criminali, massacra tutti coloro, uomini o donne, che gli si parano davanti; lo fa senza bisogno di tante armi perché con le sole mani riesce a perforare crani, staccare braccia (che poi usa come armi), lacerare toraci e con i piedi a perforare l’acciaio!

Così il regista coreano Hongsun Kim incrocia action con horror, slasher e fantascienza, creando un divertentissimo (certo non per chi ha il palato fino…), ipercinetico e sanguinolento film dal titolo Project Wolf Hunting presentato al Torino Film Festival 2022.

Un campione del truzzo movie consigliato a tutti coloro che apprezzano il cinema fuori dai limiti: “se questo non è l’inferno non so cosa sia”…

Samsung, Asus e Dell tra il product placement per quanto riguarda la tecnologia me un posticino a parte se lo ritagliano anche Camel tra le dita insanguinate dello psicopatico dopo l’ennesimo sgozzamento e la birra San Miguel bevuta con gusto dall’infermiera di bordo. Ma anche alcuni cartoni con Dole e Unifrutti fanno parte del carico.

Stefano barbacini

©www.dysnews.eu

Share |