Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
1 Maggio 2011 - 02:44

NIGHT FISHING

 Print Mail
Horror girato con l' iPhone
NIGHT FISHING

NIGHT FISHING Park Chan-wook (2011)

 

Presentato Far East Film Festival 13 il film di Park Chan-wook.

L’autore della più famosa trilogia sulla vendetta del cinema asiatico (Simpathy for mr. Vengeance, Old boy, Lady Vendetta) decide di testare nuove possibilità di ripresa utilizzando la tecnologia dell’iPhone 4 per girare un mediometraggio horror sperimentale.

Se vi capiterà di vedere codesta opera non pensate di poter andare in giro a riprendere con l’iPhone ed ottenere la qualità di immagini presentata da Park e dal suo staff.

Infatti sul telefonino è stato adattato un particolare obbiettivo e le immagini registrate sono state poi modificate digitalmente da una squadra di capaci operatori informatici esperti del campo.

Il film è un libero esercizio di stile che utilizza un’esile trama horror (un pescatore morto tramite l’intervento di una sciamana riesce a tornare a comunicare con la figlia nel mondo reale) per sperimentare soluzioni tecnologiche e narrative.

Il film inizia con le riprese di un’esecuzione di un brano rock da parte della band coreana d’avanguardia UhUhBoo Project lungo una strada di campagna immersa in bellissimi colori autunnali che sembrano impressi sulla pellicola direttamente ad acquerello, poi si passa ad un’ambientazione notturna in bianco e nero sgranato in cui incontriamo il nostro pescatore che inciampa sull’apparente cadavere della sciamana, infine un’ultima parte praticamente documentaristica su di un rito sciamanico appartenente alla cultura coreana.

Park ne approfitta per sperimentare anche azzardati movimenti di… telefonino (addirittura vi è una sequenza “capovolta”) riempiendo il film di idee continue.

Nell’epoca dell’immagine perfetta con l’HD ed il 3D, si ricerca con nuove tecnologie di tornare all’esperienza del cinema muto (colorare le immagini dopo la ripresa) e alla qualità del 16 mm con il bianco e nero sgranato del cinema underground. Per andare avanti si guarda indietro e noi scopriamo che tutto ciò ci piace.

Finanziato dalla OLLEH KT, l’operatore coreano per gli iPhone, il film presenta anche un product placement ad inizio film con l’inquadratura in primo piano delle tastiere FARFISA con anche la città di produzione: la nostrana Ancona-Italy.

Nel breve filmato trova posto anche BAEG JO (zaino) e  un ringraziamento finale per CJ POWERCAST.

Stefano Barbacini

©www.dysnews.eu

Share |