Facebook Twitter Canale Youtube RSS
TELEVISIONE
19 Ottobre 2012 - 16:43

X Factor 6 - prima puntata

 Print Mail
Il talent show powered by Enel
X Factor 6 - prima puntata

Finalmente al via questa sesta edizione di X Factor Italia, con grande investimento di mezzi e di idee da parte di SKY Italia che ne ha giustamente fatto il suo programma di punta per la stagione televisiva autunnale-invernale 2012 su Sky Uno HD, l'ammiraglia delle sue reti satellitari.

Al via al Teatro Della Luna di Milano dodici nuovi concorrenti ed aspiranti popstar che puntano al contratto (del valore di 300.000 €) messo in palio da Sony Music Italia per il vincitore del talent, che prevede per lui pubblicazione e promozione di un album. E se il buongiorno si vede dal mattino direi che il lavoro svolto da Freemantlmedia e SKY darà i suoi frutti. Questo a giudicare dal numero di spettatori votanti registrato nella prima puntata (si parla di circa 400.000), dalla media Auditel di 746.000 spettatori e dallo scambio di dati sui numerosi social networks a cui la trasmissione si appoggia e su cui punta moltissimo, soprattutto per coinvolgere il pubblico più giovane. Decisamente un altro approccio rispetto a quello obsoleto della RAI, che tagliò ai tempi lo show dal suo palinsesto in quanto a suo dire con scarso potenziale.
In termini strettamente di product placement, che è la cosa che maggiormente interessa a noi, c'è da riscontrare (previa apparizione di apposito disclaimer che avverte della presenza di possibili inserimenti commerciali nel programma) l'ingresso in pompa magna di Enel nello show con un eccellente inserimento, davvero ben studiato e di impatto. Infatti durante la presentazione di ogni concorrente, il relativo filmatino d'introduzione lo rappresenta su di una piattaforma metallica circondato da cavi elettrici che mandano scintille e lampi di energia che scorrono tutto attorno a lui, e la telecamera che segue questi movimenti di luce finisce per inquadrare il logo di Enel sapientemente piazzato nel marchingegno elettrico che fa da scenografia alla presentazione. Ottimo ed abbondante PP per Enel quindi, che è anche protagonista istituzionale dello show in quanto il pubblico che volesse incontrare il concorrente che di volta in volta viene eliminato può farlo recandosi presso il Punto Enel di via Broletto 44/a ogni venerdì dopo lo show. Un prestigioso partner per questa sesta edizione di X Factor, che avevamo avuto già modo di segnalarvi la scorsa settimana in occasione degli home visit in cui Morgan viaggiava serenamente su una vettura (Renault Twizy) ad alimentazione elettrica recante il logo Enel Drive.
Il discorso relativo al PP si chiude quindi segnalando dei naming placement, per Youtube ed i social network facenti parte della "famiglia" di X Factor 2012 (Twitter, Facebook, Tumblr, Pinterest), ovvero quelli su cui si può votare e commentare in diretta i live dei vari concorrenti, più un'altra cosa che vedremo più avanti.
Tornando alla prima puntata vista ieri sera, sicuramente la produzione non ha lesinato mezzi ed impegno per rendere l'esordio ufficiale della nuova stagione memorabile. Lo show si è infatti aperto con tutti e dodici i concorrenti che cantavano Distratto (pezzo vincitrice della passata edizione) assieme a Francesca Michelin. Ed a seguire delle hits di Robbie Williams che li ha di li a poco dopo raggiunti a sua volta sul palco. L'ospite d'eccezione della serata si è intrattenuto anche in seguito in canzoni del suo repertorio e scambi di battute col conduttore Alessandro Cattelan (sempre ottima la sua conduzione peraltro). E ovviamente marchettona per il nuovo disco di Robbie che uscirà il prossimo cinque novembre.
L'altra ospite della serata è stata ovviamente Francesca Michelin, la vincitrice della scorsa edizione del talent con un album da poco uscito (e anche per lei relativa marchettona-presentazione fatta da Cattelan al pubblico), che è esibita presentando anche il suo più recente singolo Sola, con tanto di performance al pianoforte (marca Yamaha) per quest'ultimo brano.
Venendo alla gara in se, giudici e concorrenti si sono dati battaglia senza risparmiarsi, anche se in questa prima puntata l'emozione e la scarsa esperienza l'hanno fatta da padrone per molti di loro. Eccezionale il look di Elio per la serata, presentatosi con un'altissima cresta punk alla mohicana bicolore, che nulla aveva da invidiare a Martin Degville dei Sigue Sigue Sputnik. Morgan invece era in versione horror-gothic con look e capigliatura (nero corvina) anche più bizzarri del solito, completo di smalto nero sulle unghie. Arisa molto easy, stile ragazza della porta accanto, e Simona Ventura distintamente antipatica polemica e rissosa come sempre (o come il personaggio che si è cucito addosso le impone).
Cosa ci è piaciuto. Alcuni dei talenti in gara si sono dimostrati decisamente dotati, tra loro citerei in pole position Chiara (team-Morgan) che ha steso tutti mostrando una padronanza tecnica e una voce assolutamente fuori dal comune con la sua versione di Purple Rain di Prince. Super interpretazione per lei, probabilmente la migliore in assoluto della serata. Sempre della squadra di Morgan molto valida anche Romina Falconi, con Duel dei Propaganda. Per lei look retrò new wave inglese anni ottanta nuovo di zecca, e non potrebbe esser diversamente visto che era già una quasi professionista vista a Sanremo Giovani prima di entrare ad X Factor. Molto interessanti anche le tre ragazze del team-Elio; con Nice che stupisce tutti con la sua versione de L'ultima occasione di Mina ed una potenza vocale fuori dal comune (Arisa dice che non ha mai sentito nessuno cantare Mina come lei). La youtuber Cixi che pare sulla buona strada per diventare una nuova Adele con You've got the love di Florence and The Machine. Ci è parsa molto interessante anche Yendry che ha cantato Per sempre di Nina Zilli, ma il pubblico da casa non apprezza la sua performance e la manda all'ultima sfida come la meno votata della prima manche.
Per quanto riguarda i gruppi vocali di Arisa, ottima performance da parte degli Akmè (retta al 90% dalla vocalist) con My kind of love di Emel Sandè e simpatiche sebbene molto ma molto acerbe le Donatella con Time Bomb di Kylie Minogue.
Migliore del team-Ventura (forse il più debole, almeno sulla carta, quest'anno) è risultato Davide con A chi mi dice dei Blue. Stile semplice e diretto da bravo ragazzo della canzona popolare italiana il suo, con Elio che lo paragona a Massimo Ranieri, una buona prova per lui.
Cosa non ci è piaciuto. In assoluto, Ics il semi-quasi-forse rapper amatissimo da Morgan, che ci pare una specie di fenomeno da baraccone in stile Nevruz, con l'aggravante di una certa spocchia di chi si sente già artista fatto e finito. La sua versione di Sex machine di James Brown non ci convince e piace, e non basta l'aggiunta di parti rappate (che temo sentiremo a lungo dal concorrente) per nobilitare il tutto. Ciononostante i giudici tutti si gasano e lo promuovono come una ventata di novità. Forse dimenticandosi che non siamo a MTV Spit, luogo dove magari potrebbe si scoprirsi qualche vero talento hip-hop, ma in un programma basato sulla musica pop e melodica italiana. Grande delusione anche Nicola, della squadra della Ventura, che finisce al ballottaggio per l'eliminazione come il meno votato della seconda manche in virtù di una non brillante esecuzione di Io vivrò di Lucio Battisti, che lo fa bollare ai giudici come emulatore di Battisti privo di personalità (la tecnica ce l'ha eccome). L'altro pupillo di Simona ventura, Daniele, piace e convince tutti i giudici con Strange world di Ké. Ma noi è sembrato eccessivo, e sopra le righe.
Passano il turno anche i Frères Chaos, di Arisa che proprio non ci sono piaciuti. Troppo artefatti ed intellettualoidi, al limite del personaggio costruito a tavolino che rischia di scadere nel trash. Sembrano la brutta versione dei Kymera di un paio di edizioni orsono, si prendono troppo sul serio, passano il tempo ad abbracciarsi e sono completamente privi di autoironia. Una palla insomma, per loro la canzone e Somebody that I used to know di Ghotye.
Novità dell'edizione 2012 è la cosiddetta wild card, ovvero il rientro in gara nella seconda puntata di uno degli aspiranti giunti alla home visit, che si sfideranno tra di loro settimana prossima per conquistarsi l'ambito posto in trasmissione. In questo senso ogni giudice ha scelto ieri uno dei suoi finalisti della home visit, come segue: Elio ripesca Gaya; Arisa gli Up3Side, Morgan Michele Grandinetti, e Simona ventura Alessandro Mahamoud. Vedremo come andrà a finire.
E chiudiamo questa lunga dissertazione sulla prima puntata di X Factor 6 col nome del primo eliminato della nuova stagione, che è Nicola (team-Ventura) che nello scontro finale soccombe a Yendry a detta della maggioranza dei giudici per una sua presunta mancanza di vera personalità; cosa che invece riscontrano maggiormente nella bella italodominicana anche se magari vocalmente più acerba. Simona ventura basita ed azzerata totalmente dall'esito del voto, ma la responsabilità è in gran parte, a detta di giudici e pubblico, della sua scelta "strategica" di fargli interpretare un brano di Battisti che l'ha invece affondato senza appello.
Marco Premi

©www.dysnews.eu

Share |