Facebook Twitter Canale Youtube RSS
TELEVISIONE
3 Aprile 2019 - 16:31

APOCALYPSE NOW

 Print Mail
American Horror Story: Apocalypse (Stagione 08, 2018)
APOCALYPSE NOW

Michael Langdon è diventato grande ed è deciso a scatenare l'Apocalisse. Ma chi è Michael Langdon?

Teoricamente il secondogenito di Ben e Vivien Harmor e fratello di Violet, in realtà figlio di Vivien Harmon e Tate Langdon, nato con l'aiuto di Moira O'Hara, Nora Montgomery, il Dr. Charles Montgomery, le infermiere Maria e Gladys e fatto crescere dalla nonna pazza Constance Langdon, più precisamente figlio della Murder House/porta dell'inferno, battezzato dal Papa nero Anton LaVey e cresciuto dalle sue ancelle Samantha Crowe e Ms Miriam Mead, di cui la seconda trasformata da un paio di illuminati in un robot sanguinario con i ricordi di un agente del Mossad. Come può fare, dopo tutto questo, il povero vero figlio di Satana, a non scatenare l'inferno con un attacco termonucleare globale e cancellare tutto quanto?

Così comincia la prima puntata dell'ottava stagione di American Horror Story, una delle migliori serie, se non la migliore serie horror in circolazione. Le bombe distruggono tutto quello che c'è sulla terra tranne alcune migliaia di persone che si sono rifugiate nei bunker, ed è qui che entrano in scena le streghe della terza stagione capitanate dalla suprema (attenzione spoiler per chi non ha seguito Coven) Cordelia Goode per tentare di cambiare le cose.

Tutta l'ottava stagione, infatti, se da una parte mostra la venuta dell'Anticristo e l'idealizzazione e realizzazione del suo piano diabolico, dall'altra mostra i preparativi fatti dall'ultima linea di difesa non appena capito che il pericolo era in arrivo.

Per far questo si fa la cosa preferita dagli autori: passare da una stagione all'altra, da un personaggio all'altro. Si torna quindi alla Murder House a Los Angeles, al covo delle streghe a New Orleans e anche all'Hotel Cortez, Si risolvono questioni in sospeso e si recuperano personaggi scomparsi. Vengono anche mostrate le riprese di un film di serie B teoricamente ispirate alle vicende di uno degli ospiti dell'Asylum.

Inutile parlare delle citazioni reali citate e dei product placement dove sono citati per vari motivi quasi tutte le impese tecnologiche. Fra le altre marche presenti interessante la Fanta all'uva offerta al Diavolo per farlo cadere in tentazione. Diabolico!

Max Renn II

©www.dysnews.eu

Share |