Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
28 Agosto 2020 - 19:01

FREGATI DALLE MURATTI E DALLE MARLBORO

 Print Mail
Ad ogni costo (Giuliano Montaldo, I, 1967)
FREGATI DALLE MURATTI E DALLE MARLBORO

Un professore che ha lavorato in missione in Brasile torna in Italia per organizzare un colpo al quale ha lavorato per anni.

Deve solo reclutare un supergruppo e, per farlo, si rivolge ad un supercriminale che ha in ufficio uno schedario con tutti i professionisti del mondo.

Una volta reclutati si torna a Rio durante il carnevale che è il momento propizio per svaligiare un caveau contenente milioni di dollari di diamanti.

Nel 1967 Giuliano Montaldo partecipa al filone dei grandi colpi (e degli 077 in effetti) con un film che ha un cast internazionale, non solo per Adolfo Celi, Klaus Kinski o Robert Hoffmann che comunque in quel periodo erano di casa nel cinema di genere italiano, ma per la presenza di Janet Leight ed Edward G. Robinson, anche se la sua presenza è limitata all'inizio e alla fine.

Per il resto le solite cose: il colpo, gli intoppi, i doppi giochi, un po' di sexy (siamo in brasile quindi esotico ed ecco comparire un topless di Jussara), e le soluzioni tecnologiche.

Solito product placement dell'epoca dove addirittura compare un neon Fernet Branca durante la sfilata del carnevale di Rio, ma il top l'abbiamo con le sigarette dove la differenza fra pacchetto (Marlboro vs. Muratti) ma con lo stesso accendino fanno capire che qualcosa non va.

Gerardo Corti

Ad ogni costo

Regia: Giuliano Montaldoi
Produzione: Constantin Film
Data di uscita: 01/01/1967
Cast:
Adolfo Celi

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |