Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
28 Maggio 2018 - 10:28

SPECIALE SERGEJ EIZENSTEJN

 Print Mail
Aleksandr Nevskiy (Sergej Ejzenstein, URSS, 1929)
SPECIALE SERGEJ EIZENSTEJN

Dopo il prato di Bezin, film andato distrutto di cui vi abbiamo parlato in questo speciale su Sergej Ejzenstein, il regista passa dai film corali in cui la massa è protagonista e che lo avevano caratterizzato fino ad allora (La corazzata Potemkin, il vecchio e il nuovo. Sciopero) ai film sui personaggi storici che dopo la figura di Alessandro Nevsky, culmineranno con la trilogia su Ivan il terribile.

Il film parla quindi di questo re pescatore che riuscì ad unire i villaggi russi per difendere la patria prima dai mongoli e poi dai tedeschi fino alla sanguinosa battaglia sul lago ghiacciato (scena spettacolare per l'epoca che occupa circa 10 minuti di film) chè finì con la completa disfatta dei tedeschi e dei loro alleati.

Film chiaramente voluto dallo stato russo che. oltre all'unione del suo popolo cercava di mettere in guardia contro l'ascesa del nazismo (e difatti. di li a poco si trovò ad affrontare la stessa situazione) e che era una feroce critica alla chiesa cattolica che appoggiava con i crociati la missione tedesca.

Di questa si mostrano scene abbastanza forti come quelle in cui si vedono le sue atrocità con il vescovo che scegli i bambini da buttare nel fuoco durante l'assedio di una città.

GERARDO CORTI

Aleksandr Nevskiy

Regia: Sergej M. Ejzenstejn
Produzione: Mosfilm
Data di uscita: 01/01/1938

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |