Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
28 Febbraio 2020 - 16:45

DIARIO VISIVO (La trilogia prima del Joker 3)

 Print Mail
Una notte da leoni 3 (Todd Phillips, USA, 2013)
DIARIO VISIVO (La trilogia prima del Joker 3)

Capitolo finale della trilogia Hangover, questo Notte da leoni 3 vede Todd Phillips ancora alla regia e al concept dell’operazione volutamente differente dal canovaccio dei primi due film. Confermatissimi i 3 protagonisti (+ 1, Doug), quindi ritroviamo Phil/Bradley, Stu/Helms e Alan/Galifianakis ancora nei loro ruoli affiancati di nuovo da Mr. Chow (sempre Ken Jeong) come coprotagonista.

Stavolta non si comincia con un matrimonio ma con un funerale, quello dell’adorato padre di Alan, l’unica persona in grado di capire e arginare l’irregimentabile personaggio. La famiglia riunita con gli amici decidono che ormai non è più possibile convivere con Alan perché fuori controllo (si presenta in questo film acquistando una giraffa e trasportandola in autostrada dove però  la povera bestia avrà la testa mozzata a causa di un ponte più basso del collo dell’animale e l’incidente causerà un caos disastroso) e decidono di convincerlo a rinchiudersi in una struttura di recupero. Sulla via per portare il nostro all’ospedale però i quattro amici verranno investiti da loschi figuri al soldo del gangster Marshall (John Goodman special guest) e il solito Doug finirà sequestrato. Il  motivo? La vecchia conoscenza dei nostri, il cinese Chow finito in carcere nel finale del secondo episodio, è fuggito dal carcere in Thailandia e ha fregato a Marshal 21 milioni di dollari in lingotti d’oro. Se i nostri non riusciranno a portare Chow e i lingotti entro il giorno dopo al gangster,  Doug sarà ucciso. Inizia così un’adrenalinica black comedy con il trio che si ingegna a ritrovare Chow, a rubare i longotti in un rocambolesco furto con scasso e, dopo essersi fatti fregare a loro volta dal viscido cinese, alla resa dei conti finale.

Massacrato dalla critica in realtà questo terzo capitolo si lascia vedere con qualche momento divertente (uno su tutti la seduzione tra Zac Galifianakis e la pari stazza Melissa McCarthy), un po’ di azione e belle immagini di un Lawrence Sher  che, soprattutto nella sequenza iniziale della fuga dal carcere di Bangkok, fa le prove per la fotografia dark-pop di Joker. Tutto sommato scivola via liscio senza neanche troppa noia.

Ritorna Las Vegas e ritornano i product placement dei suoi alberghi e locali, principalmente il Caesar Palace dove tornano i nostri dopo le disavventure del capitolo 1 e il Golden Nugget (“dove fanno ottime bistecche”). Ritroviamo anche lo Jagermeister adorato da Alan e uno strano piccolo spot sottoforma di siparietto comico della brand vestiaria Diesel.

Stefano barbacini

The Hangover Part III

Regia: Todd Phillips
Produzione: Warner Bros
Data di uscita: 02/06/2013
Brand:
Caesar Palace

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |