Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
27 Ottobre 2021 - 08:52

SPECIALE FANTOZZI

 Print Mail
Il secondo tragico Fantozzi (Luciano Salce, I, 1976)
SPECIALE FANTOZZI

Dopo il successo del primo Fantozzi la coppia Villaggio-Salce torna all'attacco con il secondo tragico Fantozzi che, per chi scrive, rimane il più divertente (almento per i primi 3/4 di film) di tutta la serie.

Tante le scene mitiche che è inutile raccontare perchè ormai entrate nell'immaginario collettivo: la gita al casinò dove il povero ragioniere è costretto a bere casse della gasatissima acqua minerale Bertier (falso product placement ma con assonanza che ricorda la Perrier) che provoca un fenomenale rutto uragano, il varo della nave fatto dalla contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare ed il successivo pranzo di gala dal quale fugge con una Maserati inseguito da Ivan il terribile il doberman di casa.

Continuando su Ejsentein si arriva al mitico episodio de La corazzata Potemkin, qui ribattezzata Potiosky e rigirata sulle scalinate di fronte al museo di arte moderna di Roma visto che non avevano i diritti dell'originale, che il dirigente Guidobaldo Maria Riccardelli costringe i dipendenti a vedere e rivedere (insieme a Dies irae e a L'uomo di Aran) e che porta alla rivolta con successiva proiezione no-stop di Giovannona Coscialunga disonorata con onore, L'esorciccio e la polizia si incazza (l'unico che non esiste).

Un cult

 

Gerardo Corti

©www.dysnews.eu

Share |