Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
26 Settembre 2020 - 23:29

DIARIO VISIVO (Judd Apatow)

 Print Mail
UN DISASTRO DI RAGAZZA (Judd Apatow, USA, 2015)
DIARIO VISIVO (Judd Apatow)

Trainwreck (il titolo originale de “Un disastro di ragazza”) è ad oggi l’ultimo film diretto a Judd Apatow prima di Il re di Staten Island uscito quest’anno, ed è anche l’unico non scritto da lui. Scrittrice e protagonista è la stand-up comedian e attrice Amy Schumer. Il personaggio con il suo nome, Amy, è l’alter-ego dei protagonisti maschili dei precedenti film di Apatow. Disinibita, incostante, incapace di una maturazione e sempre in fuga dalle responsabilità. Beve e fuma droga come e quanto i maschiacci immaturi di 40 anni vergine, Funny people, Questi sono i 40.

La vita sessuale di Amy non poteva progredire diversamente dopo il discorso iniziale del padre che sta per divorziare e alle due bambine si scusa dicendo loro: “cosa fareste voi se vi dicessero che dovete giocare sempre con la stessa bambola e non potreste mai cambiarla?”… discorso chiaro e limpido…

Infatti Amy giocherà con tutti i “bambolotti” che incontra (tra cui un John Cena che si presta ironicamente a fare la parte del forzuto senza cervello) abbandonandoli subito dopo per non accompagnarsi mai ed evitare la vita noiosa con bambini e padre idiota come quella della sorella. Lavora come giornalista in una rivista e quando è chiamata a scrivere un pezzo su un medico di atleti di fama (partecipa al film come suo paziente e “buddy” LeBron James) se ne innamora. Data la peculiarità del carattere indipendente assai della nostra e l’ideale di donna decisamente diverso desiderato dal dottore la relazione non sarà semplice…

Commedia romantica con le caratteristiche tipiche del genere apatowiano (linguaggio sbracato, situazioni buffe dovute alla grettezza e all’incapacità di diventare adulti, aspetto degli attori tutt’altro che da modelli…) ma che non raggiunge il livello delle precedenti opere del regista. Probabilmente il problema sta proprio nella scrittura della Schumer, sì brillante, sì anticonvenzionale, sì arguta ma che mai si amalgama in un film scorrevole ed omogeneo.

Ci si diverte ma spesso la storia langue neutralizzando in parte la brillantezza di alcune battute e situazioni.

La Apple è protagonista del product placement con I-phone e Mac al pari di Nike che sbuca da tutte le parti (magliette, scarpe, pubblicità, citazioni in discorsi). Instagram, E-bay, Supermario, X-box fanno da contorno come partner 2.0.

Stefano barbacini

Trainwreck

Regia: Judd Apatov
Distribuzione: Universal Pictures
Data di uscita: 17/09/2015
Brand:
Apple
Nike

Attenzione: l'accesso ai link è riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |