Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
22 Ottobre 2021 - 10:34

SPECIALE LAUSANNE UNDERGROUND MUSIC & FILM FESTIVAL

 Print Mail
Strawberry Mansion (Kentucker Audley & Albert Birney, USA, 2021)
SPECIALE LAUSANNE UNDERGROUND MUSIC & FILM FESTIVAL

La premessa sembrava interessante di questo primo film in concorso al LUFF Losanna Underground Film festival, non solo per la storia ma anche per il nostro lavoro: futuro distopico (direttamente da Inception) una multinazionale pubblicitaria riesce ad inserire prodotti e BRAND (in pratica il nostro amato product placement) all'interno dei sogni.
Il protagonista del film è un osservatore incaricato dallo stato di analizzare il fenomeno attraverso i sogni degli artisti e così un giorno si reca in una casa rosa isolata in un prato ad incontrare un'anziana artista un po' pazzoide che, dopo avergli offerto un gelato alla fragola, lo convince a trasferirsi lì nella stanza della sua tartaruga, anche perché il lavoro è immenso visto che ha "solamente" 2000 VHS di sogni da analizzare.
Lui incomincia il lavoro entrando poco per volta nei sogni dell'anziana che però si sogna giovane e va da se che a poco a poco se ne innamora, anche perché sembrerebbe che corra dei pericoli e, i pericoli ci sono realmente anche nella vita reale visto che poco dopo la donna muore ed intervengono i suoi parenti che si scoprirà essere i proprietari della multinazionale.
A questo punto tutto si mischia fra realtà e sogno con esseri inquietanti, isole deserte, uomini mongolfiera (la mongolfiera è anche il secondo dei product placement analizzato nei sogni), uccelli pirata, topi marinai e venditori di pollo fritto.
Tutto torna e ritorna un po' come accadeva in Lake Michigan Monster visto 2 anni fa proprio al LUFF, anche se quello era decisamente più interessante e decisamente più comprensibile. Realtà, sogno? (all'inizio del film in quella che dovrebbe essere la realtà del protagonista si trova in un parcheggio vuoto di un supermercato a mangiare pollo fritto mentre uno dei personaggi inquietanti lo osserva) o puttanata stratosferica? Io propendo per la terza:  questa non è la trottola di Inception

Gerardo Corti

©www.dysnews.eu

Share |