Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
21 Gennaio 2010 - 23:58

-34

 Print Mail
Anno di Joe Rivetto
-34

File001:

Italiani proiettati nel futuro: caricatura di un Paese di nuovo diviso come due secoli prima. A contendersi il potere ci sono diverse etnie e regionalismi tra cui la Repubblica Longobarda, la Repubblica della” Falce e Mortadella” in Emilia Romagna, i “Della Valle” e i “Cecchi Gori” in Toscana, lo Stato Pontificio a Roma e infine il Sultanato delle due Sicilie al Sud.
L’esaurimento delle risorse petrolifere e il sovraccarico dell’immondizia fanno piombare il Bel Paese in uno scenario quasi ancestrale, dove le uniche due cose immutate sono il ponte sullo stretto di Messina incompleto e la dedizione ai marchi tutti italiani: oltre alla presenza di Fiat e Nutella, è Joe Rivetto a vantare un ottimo posizionamento guadagnandosi un placement visivo, tatuato sul braccio di Diego Abatantuono nei panni del professor Ademaro Maroncelli e perfino verbale, citato da Anna Maria Barbera che interpreta Nunzia La Moratta, “capa” di un gruppo di patrioti come il protagonista.
I celebri baffi e occhiali del viso di Joe Rivetto diventano, nel 2061, simbolo di lealtà e fedeltà all’Italia unita. E’ proprio grazie a questo logo che il professor Maroncelli e la sua squadra, si liberano dall’accusa di spie proseguendo così il loro viaggio per il Nord.
Joe Rivetto pubblicizza, in una manciata di secondi, la propria immagine giovanile, scherzosa e frizzante attraverso la comicità di successo dei fratelli Vanzina.
Giulia Lamonaca

©www.dysnews.eu

Share |