Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
15 Giugno 2019 - 15:12

RICCARDO FREDA E DINTORNI

 Print Mail
L'assassino ha le ore contate (Yves Boisset, F, 1968)
RICCARDO FREDA E DINTORNI

Arrivato all'ultimo capitolo della saga dell'agente FX 18, Francis Coplan torna un po' alle origini, dopo la parentesi decisamente spy-action di Riccardo Freda.

In questo caso l'agente segreto francese viene mandato ad Istambul, attenzione con con la Turkish Airways ma con la greca Olympic per l'ovvio product placement, per svelare il mistero di "Una donna che visse due volte" (Margareth Lee) che provocò anche l'uccisione di un suo collega. 

Arrivato in Turchia l'agente riesce cosi a scovare un'organizzazione fin troppo simil Spectre (con tanto di capo che accarezza gatto persiano, attenzione nero, come Ernst Stavro Blofeld) che sta per minacciare il mondo con un arma super mortale.

Cala molto l'action in questo episodio ma aumenta di brutto l'eros. Lo scultore Theler (Klaus Kinsky) gioca nella sauna con contraffazioni della Barbie nude e con vere "Barbie" nude nel proprio studio,  Margareth Lee è come sempre sensuale sia nella parte di Eva (prima) che Mara (seconda donna), ma il record lo si raggiunge con la cattiva Carole (Nanna Michael) che si presenta in versione quasi sado maso che in versione bikini bianco. Chissà da dove è arrivata l'idea.

JMN

Coplan sauve sa peau

Regia: Yves Boisset
Data di uscita: 01/01/1968
Brand:
Coca-Cola

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |