Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
14 Luglio 2019 - 11:50

FRA I DESIDERI DEMONIACI IL WURLITZER

 Print Mail
The room (Christian Volckman, B, 2019)
FRA I DESIDERI DEMONIACI IL WURLITZER

Matt e Kate sono due novelli sposi che decidono di lasciare New York per trovare ispirazione in una grande villa isolata (mai farlo se sei un artista in crisi di idee, in questo caso pittore,  Jack Torrance docet!) che ha forse bisogno di un paio di mesi di ristrutturazione, ma averne di case così. 

I due si mettono subito all'opera e dopo un po' di lavoro riescono a trovare anche una stanza segreta. 

Una sera scazzato e stanco, Matt collassa proprio nella stanza dicendo: "mi ci vorrebbe proprio un'altra bottiglia di whisky". La luce si spegne e al suo ritorno trova al suo fianco una bottiglia di whisky sfortunatamente unbranded.

La cosa sembra funzionare fin troppo bene e lui si trova la casa piena di quadri famosi (dalla Gioconda all'autoritratto di Van Gogh), soldi, champagne, caviale beluga ed altre sciccherie come il Wurlitzer. 

Peccato che così come nella prima stagione di American Horror Story o nei vari Amntiville, i precedenti inquilini siano stati uccisi, e Kate, che non riesce ad avere figli, abbia la malsana idea di chiedere un bambino nella stanza .

The Room, film francese in concorso al Nifff neuchatel international fantastic film festival, è un film che riesce a compensare la banale trama a momenti di tensione soprattutto nella seconda parte quando la stanza crea una realtà alternativa che fa diventare la casa una sorta di labirinto.

Peccato per il product placement che sia relegato solo al Wurlitzer,  al Beluga e a un furgone scassato Mercury e ad una vecchia Volvo. Al loro posto avrei subito chiesto la Lamborghini.

Gerardo Corti

The Room

Regia: Christian Volckman
Data di uscita: 15/04/2019
Brand:
Wurlitzer

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |