Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
12 Agosto 2014 - 20:07

NIFFF 2014

 Print Mail
Monsoon shoutout (Amit Kumar, 2013, INDIA)
NIFFF 2014

Il fine giustifica i mezzi? E’ giusto sempre e comunque rispettare le regole, anche quando hai la possibilità di uccidere un noto assassino e non gli spari perché è disarmato sapendo che poi, una volta fuggito, tornerà ad uccidere degli innocenti? E siamo sicuri che anche uccidendolo l’atto non causerà altri eventi violenti?

Questo è il dilemma che si presenta al protagonista del film Monsoon Shootout dell’indiano Amir Kumar e visto al Neuchatel International Fantastic Film Festival 2014.

Il regista, partendo da una frase riportata dalla madre del neopoliziotto protagonista e pronunciata dal defunto padre (nella vita ci sono tre vie, quella giusta, quella sbagliata e quella che sta in mezzo, sta a te trovare la tua via…) costruisce il suo (bel) film come Il caso di Kieslowski e Smoking/No smoking di Resnais (per citare solo due dei numerosi esempi), cioè partendo da un fatto (il momento in cui in un vicolo il poliziotto rincorre un assassino e per non lasciarlo scappare deve decidere se sparargli o no) ne ipotizza le varie conseguenze a seconda della decisione del protagonista. Scopriremo noi e lui che in ogni caso ci sarà sempre qualcosa di negativo e che qualsiasi sia la decisione non è detto che ne esista una veramente corretta in un mondo in cui comunque si ha a che fare con violenti, corrotti e disonesti, sia che siano mafiosi, poliziotti o politici.

Sfoggio di marche d’auto nel product placement del film, MERCEDES, JEEP, BMW, con APPLE (computer) in compartecipazione.

Stefano Barbacini

Monsoon shootout

Regia: Amit Kumar
Produzione: Sikhya Entertainment
Data di uscita: 03/07/2014

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |