Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
10 Aprile 2019 - 11:05

RELIGIONE, SESSO E POCHE BRAND

 Print Mail
La nina santa (Lucrecia Martel, E, 2004)
RELIGIONE, SESSO E POCHE BRAND

Un adolescente sessualmente repressa vive la sua vita fra profonda fede religiosa e desiderosa voglia di trombare.

Improvvisamente si innamora di un medico sposato che partecipa ad un congresso clinico presso l'albergo gestito dalla madre che è praticamente un maniaco sessuale. Decisa a salvarlo rischia di metterlo nei guai.

Selezionato al festival di Cannes nel 2004, La nina santa è il secondo film della Martel, che nei 15 anni successivi ha realizzato solo altri due lungometraggi: la donna senza testa e Zama,

Purtroppo però il film non riesce mai ad andare oltre e, di conseguenza, a decollare.

Inesistente il product placement con solo un doccia schiuma Ferrini (?) durante la castissima doccia della protagonista

Milton Arbogast

La nina Santa

Regia: Lucrecia Martel
Produzione: R&C produzioni
Data di uscita: 24/05/2004

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |