Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
7 Settembre 2020 - 13:51

LA PROTAGONISTA E IL SUO PC DELL DAGLI USA A BUDAPEST

 Print Mail
Preparations to be Together for an Unknown Period of Time (Lili Horvath-Hung-2020)
LA PROTAGONISTA E IL SUO PC DELL DAGLI USA A BUDAPEST

Una brillante chirurga abbandona il New Jersey, dove ha studiato e dove sta iniziando un'importante carriera, per la natia Budapest dopo l'incontro in America con un connazionale, anch'esso luminare della medicina datosi alla divulgazione scrivendo libri di medicina. Colpo di fulmine che le fa abbandonare gli agi e la ricchezza americana per tornare alla sua nazione e vivere in una lurida stanza per uno stipendio misero (rifiuta anche le mazzette che pare siano ancora prassi assodate da parte dei pazienti...) avendo pure a che fare con l'ostilità dei colleghi che si sentono a lei inferiore.

Tutto questo perchè nell'incontro americano con Janos, il medico/scrittore, si erano dati appuntamento in una parcheggio di Budapest per allacciare una relazione. Peccato che al momento dell'incontro Janos dica alla bella Marta (Natasha Stork dagli occhi azzurri che più azzurri non si può...) di non averla mai conosciuta! La donna non si dà per vinta alla ricerca dell'amore per cui ha abbandonato tutto, e comincia a seguire l'uomo non senza farsi dei dubbi sulla propria sanità mentale, infatti nel frattempo frequenta uno psicologo perchè ha paura di avere uno sdoppiamento di personalità e di essersi inventata tutto...

Il film dell'esordiente Lili Horvath dal titolo lunghissimo (in ungherese fa "Felkészülés meghatározatlan ideig tartó együttlétre"!), visto alla Mostra di Venezia 2020, parte benissimo e intriga per il suo misterioso andamento in cui la psicologia della donna viene ben sviscerata e la ricostruzione dell'ambiente medico ungherese è pure intrigante, come lo è la regia della Horvath che fa pensare a Kieslowski, peccato che poi  tutto venga banalizzato in un finale piuttosto standardizzato e privo di idee forti.

Il computer Dell praticamente il solo product placement del film.

Stefano barbacini

©www.dysnews.eu

Share |