Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
4 Maggio 2011 - 18:44

THE MAN FROM NOWHERE

 Print Mail
007 e LG Cyon
THE MAN FROM NOWHERE

E' stato presentato al Far East Film Festival di Udine il film campione di incassi coreano del 2010 The Man From Nowhere (Ajeossi), decisamente il più bel film visto fino a questo momento al festival di quest'anno. Diretto da Lee Jeong-beom il film racconta di Tae-sik un burbero uomo dei pegni che vive in un quartiere molto povero. Qui diviene "amico", o meglio cerca di accudire senza sbattersi troppo, la figlia di una tossicodipendente che vive a pochi passi da lui. Un giorno la madre e la bambina vengono rapite da un gruppo di gangster alla quale la madre aveva sottratto una partita di eroina. Dopo un primo momento di smarrimento si da da fare seguendo le indicazioni dei rapitori che cercano di recuperare la droga, ma il tutto si rivela una trappola per sconfiggere una banda rivale (in realtà la banda non ha la minima voglia di liberare la madre, che è già stata ammazzata e viene fatta trovare nel suo bagagliaio sezionata, e la bambina) e lui si trova in carcere interrogato dalla polizia.

A questo punto tutto cambia e quello che era un introverso uomo qualunque si trasforma in una spietata macchina da guerra che, dopo essere fuggito senza problemi dal carcere, si metterà sulle tracce della banda seminando cadaveri ovunque pur di salvare la sua amica. 

Si scoprirà dalle indagini dei poliziotti (che scrivono persino ad Obama a whitehouse@whitehouse.gov) che l'uomo è un ex servizi segreti che ha lasciato il lavoro dopo un agguato dove sono morte moglie e futura figlia (lei era incinta). Inutile dire chi avrà la meglio fra lui ed un'organizzazione che fra le tante cose utilizza i bambini rapiti per tagliare la droga in attesa di sezionarli per il commercio d'organi.

Tante le marche inserite come product placement. Innanzitutto il cellulare Cyon, società della LG, che serve per mantenere i contatti con la banda (ad ogni uomo ucciso corrisponde una comunicazione con il suo cellulare al boss successivo), il Moncler, abito ufficiale del protagonista prima della sua trasformazione in spietato killer. Moncler è, fra l'altro, l'unica brand del protagonista, a parte la birra Hite che beve, mentre le altre sono tutte quelle utilizzate dai banditi che lui trova sulla sua strada. Auto Dynasty, Mercedes e Kia, sigarette Seasons, container con cui avvengono le spedizioni Hapag-Loyd e NYK Logistic e i cellulari già citati (compagnia telefonica Korea Telecom Feetel). Si salvano le Honda e le Marlboro dei poliziotti e una pubblicità comparativa negativa: quando chiede aiuto al classico ex collega Tae-sik chiede un'arma potente: non una Colt o una Tokarev.    

JMN

Ajeossi

Regia: Jeong-beom Lee
Data di uscita: 01/05/2011

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |