Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
2 Luglio 2022 - 00:27

IL CINEMA RITROVATO DI BOLOGNA 2022

 Print Mail
La kasbah di Marsiglia (Seven Thunders, Hugo Fregonese, GB, 1957)
IL CINEMA RITROVATO DI BOLOGNA 2022

Marsiglia, 1943. In piena occupazione nazista dal mare arrivano due inglesi fuggiti dalle prigioni tedesche grazie al partigiano Salvatore (Marcello Pagliero) che si nascondono in un fatiscente appartamento del quartiere del Porto Vecchio. Qui entreranno in contatto con gli inquilini del condominio e gli abitanti popolari del quartiere tra cui una ragazza volubile, ladruncola e spigliata di cui subito uno dei due si innamorerà, un’anziana signora che prende subito a ben volere i ragazzi, un vecchio con una mucca in… soffitta, un trafficone che per mantenere moglie e figlia procura contatti a chi vuol fuggire da Marsiglia ma, inconsapevolmente, li consegna ad un “orco” assassino che fa credere ai fuggitivi di organizzargli la libertà ma invece li uccide per incamerarne gli averi…

Insomma un film sui tempi di guerra ma con una trama ingarbugliata, un po’ di ironia e altrettanto black humour e naturalmente la tragedia dell’occupazione e della morte. Lo abbiamo visto al Festival de Il cinema ritrovato di Bologna, edizione  XXXVI.

Punti di forza del film l’ambientazione sempre suggestiva nelle opere di Fregonese, qui tutto si svolge i vicoli, i tetti e le fogne del quartiere popolare e l’esplosione finale con cui i nazisti decidono di far piazza pulita radendo al suolo il quartiere che è magistralmente girata e montata da Fregonese come già fece per i pozzi di petrolio di Blowing Wild. Inoltre la cura dei dettagli e la costruzione dei personaggi ad esempio quello della ragazza interpretato da Anna Gaylor, impossibile non innamorarsene alla prima visione, che verrà presentata scalza e ribelle per poi trasformarsi, anche dopo il furto di un paio di scarpe a tacco alto, in un’affidabile amante.

Un po’ meno riusciti alcuni incastri tra le varie storie e alcuni dialoghi piuttosto “buttati su”.

Ricard, Dubonnet e Cinzano in pratica escono da tutte le parti, su posacenere, pubblicità, bottiglie per la fiera del product placement in forma di aperitivo. Ma chi preferisce la birra può trovare nel film la Pilsner Urquell…

Stefano barbacini

©www.dysnews.eu

Share |