Facebook Twitter Canale Youtube RSS
CINEMA
2 Febbraio 2020 - 16:18

DIARIO VISIVO (Herschell Gordon Lewis)

 Print Mail
Something weird (Herschell Gordon Lewis, USA, 1967)
DIARIO VISIVO (Herschell Gordon Lewis)

Questo era il titolo che doveva essere dato a A taste of blood prima che Lewis decidesse per quest’ultimo. Lo rispolvera per questa nuova opera del 1967 e bisogna dire che è decisamente più azzeccato.

Il film è infatti veramente qualcosa di bizzarro e inclassificabile. Vi troviamo magia, fantasmi, una strega, LSD e “viaggi”psichedelici, karate, un serial killer, un rancoroso “mostro” con la faccia bruciata…

Il tutto è piuttosto raffazzonato e si sente la volontà di Lewis di mettere quanto più possibile dell’exploitation horror del tempo, Corman e gotico inglese in primis.

La storia è quella di un giovane operaio che resta sfigurato per un incidente sul lavoro e scopre di avere poteri ESP. Un giorno incontra una vecchia bruttissima che si scopre essere una potente strega che stringe un patto con lui: lo rifarà diventare bello ma lui dovrà giacere con lei e diventare suo schiavo. La strega appare agli altri come una bellissima donna e fa innamorare di se il Dr. Jordon che con la polizia sta seguendo il caso di un serial killer (il film si apre su un omicidio di una donna ma il Lewis-gore-touch si chiude tutto in questa scena). In seguito la trama si fa piuttosto confusa con Jordon che tenta di violentare la strega, questa che ordina al giovane schiavo di uccidere Jordon a distanza (con la mente cerca di soffocare il dottore con il suo lenzuolo in una scena piuttosto delirante) senza però riuscirci; Jordon procura del LSD all’esp che fa un viaggio psichedelico (rappresentato con un viraggio rosso e sdoppiamento di immagini) in cui scopre l’assassino da cui viene ucciso nel sogno così come nella realtà; il dr. Jordon ucciderà a sua volta, sparandogli, l’assassino e cercherà nuovamente di conquistare la versione bella della strega che però sul più bello le appare nelle sue vere fattezze di megera; Jordon fugge e finisce per cadere in un fuoco dove resterà sfigurato come il giovane di inizio film e allo stesso modo diventerà schiavo della strega…

Il risultato “artistico” farà infuriare il produttore/sceneggiatore del film James F.Hurley che aveva commissionato il film a Lewis e che considerava la magia una cosa importante. L’anno dopo girerà con le sue mani The Psychic versione “seria” di Something Weird.

Per quel che riguarda il product placement appare il brand simbolo del cinema di genere, J&B oltre a qualche insegna (BLAZE, SILVER CAR SERVICE, STEINHAUSER & CO.) e una splendida Pontiac.

Stefano barbacini

Something weird

Regia: Hershell Gordon Lewis
Data di uscita: 01/01/1967
Brand:
Pontiac
JB

Attenzione: l'accesso ai link č riservato agli abbonati Dy's World


©www.dysnews.eu

Share |